casa turese
STAMPERIA
SERIGRAFIA

È l’unica tecnica che consente di stampare praticamente su qualsiasi materiale, a differenza delle altre che richiedono la carta come supporto. L’inchiostro viene fatto passare attraverso la matrice di tessuto, ben teso su un telaio e ricoperto nella parti che non si vogliono stampare. Dopo aver fissato il telaio insieme alla maschera coprente sopra il supporto da stampare, l’inchiostro viene versato sopra il tutto e pressato attraverso il passaggio, da un estremo all’altro del telaio, con una striscia di caucciù fissata ad una barra di metallo, detta “racla”. Il procedimento viene ripetuto, con una maschera diversa, per ognuno dei colori che compongono la figura. La serigrafia è una stampa “materica”, cioè rilascia l’inchiostro con uno spessore molto superiore a quello degli altri procedimenti, ed ha una intensità cromatica più marcata proprio per la maggiore quantità di inchiostro depositata sul supporto. Anche gli effetti delle matrici dipendono dalla creatività dello stampatore che interpreta la volontà dell’artista

LABORATORIO SERIGRAFICO - FASI DI LAVORAZIONE

1) INCISIONE TELAIO SERIGRAFICO
Uso di un equipaggiamento per l’incisione del telaio e l’essiccazione della gelatina modello TRIS MATIC (espositore per telai serigrafici) progettato e realizzato per la foto esposizione manuale ed automatica del telaio. È composto da torchio pneumatico, lampada alogena da 5000 W e forno a cassetti. Dispone di un sistema automatico in grado di aumentare il tempo di esposizione impostato dall’utilizzatore quando la lampada si sta esaurendo. In questo modo l’incisione è sempre perfetta e la lampada è utilizzabile fino al suo esaurimento.

DATI TECNICI – TRIS MATIC
TELAI UTILIZZABILI: con cornici in legno e metalliche
SPESSORE CORNICE TELAI: fino 50 mm
LUCE VETRO: 1430 x 1730 mm
FORNITURA ELETTRICA: 400 V trifase + neutro, 50/60 Hz
POTENZA INSTALLATA: 9 kW
DIMENSIONI D’INGOMBRO: 1700 x 2050 x (A) 2600 mm

tris

2) LAVAGGIO TELAIO
Uso di uno STRIPPER manuale modello 100/140 per la rimozione della gelatina. È stato studiato per lo sviluppo di qualsiasi matrice diretta, superdiretta o indiretta; utile per lo sgrassaggio del tessuto ed il recupero dei telai. Nel caso in cui si utilizzino vernici ad acqua lo STRIPPER è utilizzabile anche come lavatelai. Costruito in pvc con paraspruzzi su tre lati e rastrelliera sul fondo. È equipaggiato con un ugello “a doccia” e con un sistema idraulico per l’acqua calda e fredda.

DATI TECNICI – STRIPPER
LIQUIDO UTILIZZATO: acqua
FORMATO UTILE: 1000 x 1400 mm
ALTEZZA RASTRELLIERA DAL TERRENO: 800 mm
DIMENSIONI D’INGOMBRO: (LU) 1450 x (LA) 1050 x (A) 1800 mm

stripper

3) STAMPA
Uso di una macchina serigrafica semiautomatica modello ECO MATIC 819 progettata per stampare materiali rigidi e flessibili con carico e scarico manuale del supporto stampato.

DATI TECNICI – ECO MATIC 819
MATERIALI STAMPABILI: tutti i materiali rigidi e flessibili in fogli come carta, cartone, PVC, poliestere, policarbonato etc.
MAX FORMATO DI STAMPA: 1000 x 1400 mm
MIN SPESSORE MATERIALE: carta da 70 g
MAX SPESSORE MATERIALE: 25 mm
MAX CICLI/ORA: 400
FORNITURA ELETTRICA: 400 V trifase + neutro, 50/60 Hz
POTENZA INSTALLATA: 2.50 kW
GRADO DI PROTEZIONE: IP44
PRESSIONE D’ESERCIZIO: 6/7 bar
DIMENSIONI D’INGOMBRO: (Lu) 1900 mm x (La) 1800 mm x (A) 1500 mm
ALTEZZA PIANO STAMPA: regolabile
PESO NETTO: 500 Kg
MAX F.TO ESTERNO TELAI: 1330 mm x 1620 mm
SPESSORE CORNICE DEI TELAI: fino a 40 mm
TELAI UTILIZZABILI: telai con cornice in legno o metallica
INCHIOSTRI UTILIZZABILI: tutti gli inchiostri serigrafici tradizionali, ceramici e UV

eco matic

4) ASCIUGAMENTO
Uso di un ESSICCATOIO zincato modello 100/140 a ripiani adatto per essiccare a temperatura ambiente qualsiasi articolo. La struttura è realizzata in carpenteria metallica elettrosaldata verniciata con ripiani plastificati.

DATI TECNICI – ESSICCATOIO zincato modello 100/140
RIPIANI O GRIGLIE: 50
FORMATO UTILE: 1000 x 1400 mm
RUOTE GIREVOLI: 4

essiccatoio